Rimuovere in tutta sicurezza i file inutili da macOS

Rimuovere in tutta sicurezza i file inutili da macOS
by

Anche se macOS è molto efficiente nell’utilizzo dei documenti, con il tempo i file temporanei e i software di terze parti possono influire negativamente sulla velocità del sistema. Questi sono anche i colpevoli più comuni in caso di deterioramento delle prestazioni. Potremmo chiederci come sia possibile
risolvere il problema quando i file e le app che lo causano sono comunque accessibili in macOS. La risposta è la Modalità Sicura, una funzione speciale per avviare il Mac facendo in modo che macOS carichi solo il software preinstallato. Modalità davvero sicura Oltre a impedire l’avvio delle app di terze parti, la modalità sicura esegue un test del disco fisso nel tentativo di riparare eventuali file corrotti, cercando anche di eliminare la cache inutilizzata dal kernel e dal sistema operativo.
In questa guida, diamo per scontato che sul nostro Mac sia in funzione la versione più recente di macOS Sierra, che offre opzioni particolari per configurare lo spazio di archiviazione. Se non abbiamo ancora eseguito l’aggiornamento a Sierra, possiamo farlo dal Mac App Store. Per cominciare spegniamo il Mac e riavviamolo tenendo premuto ß fino a vedere la finestra di login. Eseguiamo poi normalmente l’accesso. Vedremo una barra di caricamento al centro dello schermo, a indicare che il sistema sta entrando in modalità sicura.

Archiviazione Ottimizzata può aiutarci a liberare spazio su disco fisso sfruttando l’account iCloud

Se macOS ha la necessità di intervenire sul disco fisso o se la cache contiene un gran numero di file, l’operazione potrebbe richiedere diverso tempo. Al termine del caricamento, il sistema si avvierà in modalità sicura. Questa modalità usa soltanto i driver grafici di base, quindi non preoccupiamoci di eventuali anomalie dello schermo. Una volta sul desktop, facciamo clic su  e scegliamo Informazioni su questo Mac. Poi entriamo nella scheda Archivio e premiamo Gestisci. Le opzioni di questa schermata offrono vari sistemi per risparmiare spazio. Facciamo clic sul pulsante Archivia su iCloud e vedremo l’opzione per archiviare tutto il contenuto delle cartelle Scrivania e Documenti su iCloud. In questo modo, i file saranno accessibili da tutti i dispositivi in nostro possesso che possono accedere a questi dati, risparmiando una considerevole quantità di spazio. Attenzione, però: avremo un incremento nelle prestazioni solo se la nostra connessione a Internet
è abbastanza veloce e stabile. Ricordiamo, inoltre, che il nostro account iCloud offre soltanto 5 GB di spazio gratuito e che il caricamento completo delle due cartelle richiederà un tempo piuttosto lungo. Dallo stesso menu possiamo anche archiviare su iCloud le foto e i video. Eliminare i film già visti è un altro modo per guadagnare spazio, e quelli acquistati su iTunes potremo riscaricarli in qualsiasi momento. È possibile farlo da Ottimizza archiviazione, che contiene anche l’opzione per scaricare solo gli allegati di posta recenti o non scaricarli affatto. L’opzione Svuota automaticamente il Cestino cancella i file archiviati nel Cestino da più di trenta giorni, mentre Riduci distrazioni identifica i file di grandi dimensioni: facciamo clic su Rivedi file per visualizzare un elenco dei file. Questo è un ottimo sistema per eliminare velocemente grandi quantità di dati, ma attenzione a non cancellare niente di importante.
Prima di procedere, eseguiamo un backup di Time Machine. Alcuni file avranno una X accanto al nome: con un clic su di essa manderemo i file direttamente nel Cestino. Altri, invece, potrebbero essere parte integrante di un’app, quindi l’eliminazione andrà eseguita dal suo interno. Se un file è troppo ingombrante ma ne abbiamo bisogno, potremo archiviarlo online o su un drive esterno. Un altro possibile colpevole per lo spreco di spazio è la cartella Download. Gli elementi al suo
interno sono stati scaricati da Internet e quindi facilmente rimpiazzabili. Facciamo clic sulla scheda Download per vedere i vari elementi e, se non servono più, cancelliamoli. A proposito di app, diamo un’occhiata alla barra laterale nella finestra di Gestisci archiviazione: vedremo le sezioni che occupano più spazio. Se usiamo il Mac per i backup di iOS, guardiamo nella sezione File iOS per scoprire quali sono i backup più voluminosi. Nel caso sia così, è sempre possibile eliminarli ed eseguire un backup su iCloud. Nelle Preferenze di sistema, facciamo clic su Utenti & gruppi. Sblocchiamo il lucchetto in basso a sinistra e inseriamo la password per poter fare modifiche. Qui vedremo le app che si avviano con il Mac. Per rimuoverne una, selezioniamola e facciamo clic sul pulsante -. La procedura non elimina fisicamente l’app, ma evita l’apertura automatica all’avvio, permettendo così di risparmiare risorse.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *