La password non serve più

La password non serve più
by

Credenziali di Google e Yahoo! rubate? Così mandi in pensione i vecchi sistemi di sicurezza

Per anni la password è stata lo strumento più utilizzato per proteggere l’accesso al PC e alle Web app. I recenti attacchi informatici che hanno portato al furto di milioni di credenziali dei principali fornitori di servizi come Google, Yahoo e Dropbox hanno però dimostrato come oggi non sia più un sistema così sicuro come si pensava ed è necessario correre ai ripari. Sono stati così sviluppati software e sistemi di autenticazione che sfruttano il rilevamento biometrico per rendere l’accesso inviolabile. Già Microsoft aveva introdotto la possibilità di configurare l’accesso attraverso un codice PIN o una foto, ma sui nuovi PC con Windows 10 è andata oltre introducendo la funzione Windows Hello che permette di riconoscere l’utente attraverso il volto o l’impronta digitale. Se il proprio computer non supporta Windows Hello, si può ugualmente renderlo più sicuro utilizzando una pendrive come chiave hardware. In questo modo solo con la chiavetta USB inserita nel PC si potrà eseguire l’accesso al sistema ed essere sicuri che nessuno lo utilizzi in nostra assenza. In pratica è come avere una chiave da inserire in un lucchetto per aprirlo.

Facciamoci riconoscere

Naturalmente non si tratta di proteggere solo il computer. Oggi smartphone e tablet sono diventati di utilizzo comune e tutti li usano anche per effettuare acquisti, controllare il conto in banca e tutto il resto. I dispositivi mobili sono diventati i custodi delle nostre informazioni personali e non si possono lasciare incustoditi. Grazie ai nuovi device possiamo però proteggere l’accesso con l’impronta digitale, il riconoscimento del volto e persino dell’iride. In questo modo basterà uno sguardo per sbloccare il dispositivo e accedere ai vari servizi.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *